LE ARMI LEGGERE DELLE WAFFEN SS Visualizza ingrandito

LE ARMI LEGGERE DELLE WAFFEN SS

F.Zanardi

80,00 €

Modelli e varianti produzione e marchi 1933-1945

  • Codice: 132A243
  • ISBN: 9788890936265
  • Autore: F.Zanardi
  • Editore: Vaterland
  • Note: 672 immagini di cui 361 foto b/n, 244 foto a colori, 67 disegni/esplosi e 41 tabelle
  • Formato: 22 X 30
  • Lingua: Italiano
  • Rilegatura: Rilegato
  • Pagine: 416
  • Anno di pubblicazione: 2021

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

Codice: 132A243
ISBN: 9788890936265
Autore: F.Zanardi
Editore: Vaterland
Note 672 immagini di cui 361 foto b/n, 244 foto a colori, 67 disegni/esplosi e 41 tabelle
Formato 22 X 30
Lingua Italiano
Rilegatura Rilegato
Pagine 416
Anno di pubblicazione 2021

Questo testo si rivolge precisamente ai cultori di armi della Seconda Guerra Mondiale, con uno studio che desidera soddisfare soprattutto gli interessi tecnici e collezionistici, fornendo i dettagli sul funzionamento e sulle caratteristiche delle armi leggere, sia tedesche che straniere, impiegate dalle Waffen-SS. Qui vengono riportate anche tutte le informazioni ed i dati sulla loro progettazione e produzione, i marchi ed i punzoni identificativi specifici, nonché le notizie sul loro effettivo impiego al fronte. Le Waffen-SS con la loro fama hanno sempre suscitato una particolare attenzione ed anche una certa attrazione, non solo tra gli appassionati e gli studiosi degli eventi bellici del XX° secolo, ma anche tra i collezionisti di armi e materiali d’armamento. In particolare, un aspetto molto interessante da scoprire è che da prima dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale e sino alla metà del 1943, le SS ricevettero delle forniture di armi leggere in modo alquanto poco ortodosso. Infatti, in quel periodo le Unità combattenti delle SS non rivestivano ancora il ruolo di Reparti militari di prim’ordine come fu in seguito e la priorità delle forniture di armi di produzione tedesca era destinata alle truppe della Wehrmacht. Pertanto l’acquisizione delle armi leggere avvenne spesso utilizzando dei fondi provenienti dall’Organizzazione stessa delle SS, così come da sottoscrizioni, donazioni e/o vendite, spesso agevolate da aziende ed altri simpatizzanti. Inoltre, vennero requisite le dotazioni degli eserciti delle nazioni annesse o assoggettate che erano state immagazzinate negli arsenali. Il risultato fu che la panoplia dei soldati delle Waffen-SS incorporò un insieme di armi leggere tedesche, cecoslovacche, polacche e via dicendo, le quali erano accumunate principalmente da due importanti parametri: la validità delle loro caratteristiche tecnico balistiche e l’impiego delle medesime tipologie di munizioni. Solo dalla seconda metà del 1943 in poi, le Waffen-SS assunsero quel carattere elitario che gli permise di ottenere la priorità nelle forniture degli armamenti più innovativi, accrescendo in questo modo la loro capacità combattiva.Tutti questi interessanti aspetti sono esplicati nel testo. 

This text is aimed precisely at arms enthusiasts of the Second World War, with a study that wishes to satisfy, above all, the technical and collecting interests, providing details on the functioning and characteristics of the small arms, both German and foreign, used by the Waffens. SS. Here are also reported all the information and data, on their design and production, the specific identification marks and punches, as well as the information on their actual use on the front. The Waffen-SS with their fame have always aroused particular attention and also a certain attraction, not only among enthusiasts and scholars of the war events of the 20th century, but also among collectors of weapons and armament materials. In particular, a very interesting aspect to discover is that from before the start of the Second World War and until the middle of 1943, the SS received supplies of small arms in a rather unorthodox way. In fact, at that time the SS fighting units did not yet play the role of first-rate military units as it was later and the priority of the supply of German-made weapons was destined for the troops of the Wehrmacht. Therefore the acquisition of small arms often took place using funds from the Organization of the SS, as well as from subscriptions, donations and / or sales, often facilitated by companies and other sympathizers. Furthermore, the armies of the armies of the annexed or subjugated nations that had been stored in the arsenals were requisitioned. The result was that the panoply of the Waffen-SS soldiers incorporated a set of German, Czechoslovak, Polish and other small arms, which were mainly united by two important parameters: the validity of their technical ballistic characteristics and the use of the same types of ammunition. Only from the second half of 1943 onwards, the Waffen-SS took on that elitist character that allowed him to obtain priority in the supply of the most innovative armaments, thus increasing their fighting capacity. All these interesting aspects are explained in the text.